Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


null

Home > Elezioni regionali 2019

Elezioni Regionali 2019

 

 

Elezione del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna e del Consiglio Regionale - 24 Febbraio 2019

Il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna ha firmato il decreto di indizione delle prossime elezioni regionali, che si terranno domenica 24 febbraio. Il decreto è stato pubblicato sul Buras il 10 gennaio, in contemporanea con l'affissione dei manifesti in tutti i 377 Comuni della Sardegna. Tra il terzo e il quarto giorno successivo alla pubblicazione, i partiti o le coalizioni devono presentare simboli e apparentamenti. 

Vai al portale "Sardegna Elezioni Regionali" sul sito della Regione Sardegna

 

1 aprile 2019 - Avviso di pagamento degli onorari ai componenti dei seggi elettorali

Il Servizio Elettorale comunica che a partire da MERCOLEDÌ 3 APRILE 2019 saranno posti in pagamento gli onorari spettanti ai componenti dei seggi elettorali per le attività svolte in occasione delle consultazioni regionali del 24 Febbraio scorso.

Pertanto gli stessi potranno essere riscossi presso una delle filiali o agenzie del Banco di Sardegna, producendo un valido documento di riconoscimento. 

F.to Il Dirigente - Dr. Giovanni Salvatore Mulas

 

RISULTATI ELETTORALI REGIONALI 2019

 

Domenica 24 febbraio 2019 la votazione avrà inizio subito dopo la chiusura delle operazioni preliminari degli uffici di sezione, le quali cominceranno alle ore 06:30.
La votazione si protrarrà sino alle ore 22:00 della stessa giornata di domenica.

Per poter votare occorre presentarsi presso il proprio seggio elettorale muniti della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Qualora la
tessera elettorale sia stata smarrita o si sia deteriorata, si può chiedere il duplicato o l’attestato sostitutivo rivolgendosi, anche negli stessi giorni della
votazione, all’Ufficio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali.
Presso il seggio viene consegnata ad ogni elettore un’unica scheda di colore verde con una matita copiativa.
Sulla scheda l’elettore può esprimere il proprio voto sia per un candidato alla Presidenza della Regione sia per una qualunque delle liste circoscrizionali, anche non collegata al Presidente votato.
É possibile esprimere uno o due voti di preferenza per i candidati consigliere delle liste circoscrizionali indicando il cognome ovvero il nome e il cognome dei candidati prescelti. Nel caso di espressione di due preferenze esse devono riguardare due candidati di genere diverso della stessa lista circoscrizionale.
Espresso il voto, la scheda deve essere ripiegata e consegnata insieme alla matita copiativa.
Il Presidente del seggio accerta che la scheda restituita sia piegata correttamente e la deposita nell’urna.

 

Manifesto di convocazione dei comizi

Disciplina della propaganda elettorale

Ordinanza sindacale n. 3 del 22.01.2019 - Criteri per l'utilizzo di aree di circolazione o piazze cittadine

Convocazione della Commissione elettorale comunale per la nomina degli scrutatori - 31 gennaio 2019Elenco nominativi estrattiEstratto del verbale

Delibera n. 23 del 29.01.2019 - Individuazione e delimitazione degli spazi per la propaganda elettoraleAllegato

Delibera n. 31 del 31.01.2019 - Determinazione, delimitazione e assegnazione degli spazi per la propaganda elettorale

Manifesto dei Candidati - Collegio di Sassari

 

Avviso sostituzione Presidenti di seggio - domande entro il 15 febbraio

 

Invitiamo gli elettori a controllare il proprio certificato elettorale: se gli spazi per la registrazione del voto sono esauriti o risulta smarrito, è necessario chiederne un duplicato recandosi al più presto all'Ufficio elettorale.

 

Ufficio Elettorale - via Catalogna n. 52 traversa

Apertura al pubblico durante il periodo elettorale

Dal lunedì al venerdì: dalle ore 09.00 alle ore 13.00 - martedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30

Da lunedì 18 a giovedì 21 febbraio: dalle ore 09.00 alle ore 13.00 - martedì 19 anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30

Venerdì 22 e sabato 23 febbraio: dalle ore 09.00 alle ore 18.00, orario continuato

Domenica 24 febbraio: per tutta la durata delle operazioni di voto, ovvero fino alle ore 22.00, orario continuato

 

ESERCIZIO DEL VOTO PER ELETTORI NON DEAMBULANTI (EX ART. 1, L. N. 15/1991)

Gli elettori non deambulanti, iscritti nelle liste elettorali di sezioni ubicate in edifici non accessibili mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto presso le sezioni di seguito indicate e prive di barriere architettoniche:

  • Sezione 5 - Scuola elementare via Giovanni XXIII
  • Sezione 23 - Liceo Scientifico via XX Settembre
  • Sezione 35 - Scuola media via Malta
  • Sezione 42 - Scuola media via Orsera Fertilia
  • Sezione 28 - Scuola elementare via Mattei

Per l’esercizio del voto, gli elettori non deambulanti devono esibire, unitamente alla tessera elettorale o all’attestazione del sindaco ed alla carta d’identità, alternativamente uno dei seguenti documenti:

  • una certificazione medica attestante l’impedimento rilasciata gratuitamente ed in esenzione bollo, anche in precedenza per altri scopi, dall’Azienda Sanitaria Locale;
  • una copia autenticata della patente di guida speciale, purché dalla stessa risulti l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione.

La certificazione medica potrà essere acquisita presso l’Ufficio Igiene e Sanità Pubblica di Alghero di Via Enrico Costa, 28 nei seguenti giorni:

  • da lunedì 18 a giovedì 21 febbraio, dalle ore 8.30 alle ore 12
  • sabato 23 febbraio, dalle ore 11 alle ore 12

Allo stesso Servizio potranno rivolgersi gli elettori fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto, che necessitano di un accompagnatore.
Solo Domenica 24 febbraio 2019, nel caso in cui sia stato impraticabile il ricorso ai medici del Servizio Igiene e Sanità, sarà possibile rivolgersi ai Punti di Guardia Medica competenti per territorio.
 

ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO (art. 1, L. n. 22/2006, come modificata da L. n. 46/2009)
Il Sindaco rende noto che gli elettori affetti da grave infermità, tale da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, sono ammessi al voto nella predetta dimora.
Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire, entro il 04 Febbraio 2019 al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione, indicandone l'indirizzo.
Alla dichiarazione devono essere allegati la copia della tessera elettorale ed un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall'A.S.L. da cui risulti l'esistenza di una infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedire all'elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario, l'elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore.
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al servizio elettorale del Comune (via Catalogna).

Scarica il modulo di domanda per l'esercizio del voto a domicilio

RIMBORSO SPESE DI VIAGGIO AGLI ELETTORI RESIDENTI ALL'ESTERO
Il contributo da erogare in favore dei cittadini emigrati iscritti nelle liste elettorali dei Comuni della Sardegna, disciplinati dalle disposizioni vigenti, è anticipato dai Comuni nel rispetto dei limiti sanciti dall'art. 4, comma 7, della L.R. 12 del 2013, previa presentazione da parte degli elettori di tutta la
documentazione comprovante le spese di viaggio.
Al fine di beneficiare del contributo per il rimborso delle spese di viaggio, gli elettori devono:
- Essere iscritti all'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) o avere in corso la procedura di iscrizione all'A.I.R.E. attestata dall'Ufficio Consolare dello Stato estero di provenienza;
- Aver espresso il proprio voto esibendo la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della Sezione e la data di votazione o, in mancanza di essa, di una dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio che attesti l'avvenuta votazione corredata della fotocopia di un documento di identità valido;
- Dimostrare con i biglietti dell'intero viaggio di essere arrivati entro i due mesi precedenti la data delle consultazioni (arrivo al Comune sardo) e ripartiti non oltre i due mesi successivi alla data delle consultazioni stesse (partenza per lo stato estero). È esclusa la possibilità di beneficiare del contributo per una sola tratta anche se avvenuta nei termini.
Nel caso in cui il viaggio di andata o di ritorno preveda la necessità di più mezzi, lo scalo non dovrà superare le 24 ore di sosta, pena la non rimborsabilità.
Sono ammesse al rimborso solamente le spese di viaggio ammissibili e documentate, oggettivamente riconducibili all'elettore e al tragitto percorso dallo stesso. Sono ricomprese le spese del solo soggetto elettore, comprovate da titoli di viaggio a mezzo aereo, nave, bus extraurbano e treno purché il tragitto effettuato sia coerente con l'itinerario del viaggio dell'elettore e nei limiti degli importi massimi rimborsabili previsti dalla normativa vigente.
Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per pedaggi autostradali, auto a noleggio con o senza conducente o di soggetti terzi, per parcheggi, per uso di taxi, del chilometraggio con mezzo proprio e il costo del passaggio auto in nave.
Non hanno diritto al contributo gli elettori che si trovano all'estero per motivi di studio o per lavoro a tempo determinato che non possono per legge trasferire la residenza all'estero.

Condividi su:

Vai su