Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


null

Home > Comunicazione > Notizie > Notizia

Servizi alle famiglie, avviso per organizzazioni, associazioni e cooperative

09 maggio 2017     Associazioni Cittadini e vita pubblica Politiche e Istituzioni Politiche sociali Sport e tempo libero Turismo    |    Associazione Cittadino Genitore Lavoratore Studente

Con la fine delle scuole, come ogni anno, si ripresenta per le famiglie, in particolare quando entrambi i genitori lavorano, la necessità di offrire a bambini e ragazzi spazi e attività qualificate e interessanti. 
È intendimento dell'Amministrazione comunale di Alghero facilitare la comunicazione tra domanda e offerta, promuovendo la promozione dei servizi alle famiglie e a tal fine è stato predisposto dall'Ufficio per le Politiche familiari del Comune di Alghero l'avviso pubblico "Alghero Estate Famiglia 2017" rivolto a tutte le organizzazioni, associazioni e cooperative che propongano attività estive per bambini e ragazzi fino ai 15 anni di età. 
Molteplici sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere attraverso l'ausilio di un portale dedicato che sarà operativo dai primi di giugno, primo fra tutti offrire alle famiglie un sistema di ricerca veloce di tutto ciò che il territorio offre nel periodo di chiusura delle scuole e alle organizzazioni la possibilità di promuovere le proprie iniziative. Non da ultimo mappare i servizi esistenti e conoscerne la diffusione sul territorio così da orientare l'attivazione di nuove offerte destinate alle famiglie algheresi.
Le organizzazioni sono invitate ad accreditarsi a partire dal 9 maggio ed entro le ore 13 di lunedi 29 maggio 2017.

Testo dell'Avviso pubblico:

AVVISO PUBBLICO per l’adesione al bando ALGHERO ESTATE FAMIGLIA 2017
per la raccolta dell’offerta di servizi a e attività di conciliazione famiglia-lavoro

PREMESSO
- che il tema della conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia sin dal 2000 rappresenta una delle priorità su cui l’Unione Europea ha invitato gli Stati membri ad intervenire, al fine di sostenere la strategia comune per la piena occupazione, attraverso la rimozione delle barriere che ostacolano, in particolare, l’occupazione femminile;
- che In Italia, ai fini della promozione della conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia, si sono rivelati particolarmente utili strumenti che consentono di rendere i datori di lavoro più attenti alle esigenze familiari dei dipendenti, come dimostrato dai risultati dell’attuazione dell’articolo 9 della legge 8 marzo 2000 “Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento”;
- che anche il Piano Nazionale per la Famiglia, approvato il 7 Giugno 2012 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Politiche della Famiglia di Roma, promuove la diffusione di iniziative “che hanno come obiettivo la conciliazione tra famiglia e lavoro, perseguendo le pari opportunità tra i sessi unitamente al sostegno della vita familiare ispirato ad una relazione sussidiaria tra la posizione lavorativa e la famiglia del
lavoratore […]”;
- che il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, recante “Disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell’articolo 1 Commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244”, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio2008, n. 121, ed in particolare l’articolo 1, comma 14, lettera b), conferisce al Presidente del Consiglio dei Ministri, tra le altre funzioni di indirizzo e coordinamento in materia di politiche per la famiglia, nonché le funzioni di competenza statale in materia di interventi per il sostegno della maternità e della paternità, di conciliazione tra i tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia, di misure di sostegno alla famiglia, alla genitorialità e alla natalità;
- che il Fondo per le politiche della famiglia, istituito dall’art.19, comma 1, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, è finalizzato, tra l’altro, al finanziamento di iniziative per la promozione della conciliazione tra i tempi di lavoro e i tempi di cura della famiglia;
PRESO ATTO
- che il Comune di Alghero, con l’impegno attivo e concreto nel lavorare in un’ottica di promozione del benessere familiare e di una maggiore qualità della vita con l’obiettivo di rendere il territorio più attento, accogliente e sensibile alle tematiche e ai bisogni familiari, ha sottoscritto, in data 2 aprile 2015, un protocollo d’intesa con la Provincia Autonoma di Trento, volto allo scambio di esperienze nel campo delle politiche a sostegno della famiglia al fine di promuovere sul proprio territorio l'implementazione di efficaci e strutturali politiche per il benessere familiare e di sostegno dei progetti di vita delle famiglie;
- che il medesimo Comune ha approvato il Piano di Interventi in materia di politiche familiari con deliberazione n. 196 del 30 giugno 2015;
- che, in conformità con il punto 3 del suddetto Piano, il Comune di Alghero ha aderito alla sperimentazione nazionale dello standard Family Audit, processo atto a favorire nel lavoratore e nella lavoratrice la conciliazione dei tempi dedicati al lavoro con quelli dedicati alla famiglia entro i termini previsti dalle Linee Guida Family Audit. Il Family Audit è una certificazione aziendale che riconosce l'impegno di una organizzazione per l’adozione di misure volte a favorire l’equilibrio famiglia e lavoro del proprio personale. Consente alle organizzazioni di adottare politiche di gestione del personale orientate al benessere dei propri dipendenti e alla crescita aziendale;
- che in conformità con il punto 4 del suddetto Piano, in merito alla conciliazione dei tempi di vita della famiglia con i tempi di vita del lavoro, il Comune si impegna a fornire strumenti informativi sulle possibilità di accesso ai servizi per la famiglia durante il periodo estivo con l’obiettivo di favorire una rapida e immediata consultazione e aggiornamento costante in merito alle varie proposte, attività, servizi, iniziative di promozione offerti alla famiglia.
- che, con deliberazione di Giunta Comunale n. 218 del 14.07.2016, è stato istituito l'Ufficio delle Politiche familiari (UPF) che ha il compito di dare attuazione ai punti del Piano, di monitorarne la realizzazione e le ricadute sul territorio, di predisporre annualmente un report sullo stato di attivazione delle politiche familiari comunali da aggiornarsi con cadenza annuale in accordo con la Provincia Autonoma di Trento;
AVVISA
Articolo 1 - Finalità e contenuti
Il presente Avviso Pubblico ha la finalità di avviare un sistema di facile accesso ai servizi per le famiglie durante il periodo estivo, periodo di sospensione dalle attività scolastiche, fornendo strumenti informativi a disposizione delle famiglie residenti e non, con l’obiettivo di favorire una
rapida e immediata consultazione e aggiornamento costante in merito alle varie proposte, attività, servizi, iniziative di promozione offerte alla famiglia per conciliare tempi di vita del lavoro con quelli della famiglia, attraverso il coinvolgimento di organizzazioni pubbliche e private e di vari attori del territorio quali operatori e cooperative sociali, associazioni, società sportive, privati ecc. che verranno accolte rispetto ai criteri previsti dall’Avviso.
L’Avviso si rivolge pertanto alle suddette organizzazioni e suddetti attori che intendono partecipare in quanto svolgono e offrono servizi extrascolastici, attività ludico-educativo-ricreative a supporto della vita familiare nel periodo estivo e di sospensione delle attività scolastiche, proprio per favorire una migliore conciliazione dei tempi dedicati al lavoro con quelli dedicati alla famiglia. Verranno prese in considerazione le manifestazioni di interesse dei vari soggetti che presenteranno la propria adesione nei termini e con le modalità previste dal presente Avviso.
Articolo 2 - Termini e modalità per la presentazione delle manifestazioni di interesse e Scheda tecnica
I soggetti interessati presentano la propria adesione a partire dal giorno 9 MAGGIO 2017 e si impegnano a presentare tutti i documenti necessari entro le ore 13:00 del giorno 29 MAGGIO 2017 tramite posta elettronica: ufficiopolitichefamiglia@comune.alghero.ss.it.
L’adesione deve essere redatta secondo il modello di cui all’allegato “A” del presente Avviso.
Nel manifestare il proprio interesse di cui al precedente punto, i soggetti si impegnano a compilare anche l’allegato “B” e l'allegato “C” del presente Avviso da presentare entro lo stesso termine.
Articolo 3 - Requisiti e criteri per la partecipazione
Sono ammesse all’adesione a tale iniziativa le organizzazioni pubbliche o private, vari attori del territorio quali operatori e cooperative sociali, associazioni, società sportive, privati ecc che avranno presentato i documenti necessari ai sensi dell’articolo 2.
Requisiti necessari per l’immissione nel Portale sono:
• l’offerta di servizi extrascolastici, di attività ludico-educativo-ricreative per bambini e ragazzi compresi nella fascia d’età 0-15 anni di età a supporto della vita familiare nel periodo estivo e di sospensione delle attività scolastiche (sono compresi anche servizi quali ad esempio, soggiorni residenziali, campeggi, colonie estive ecc.);
• autorizzazione amministrativa allo svolgimento dell’attività;
• anzianità, nella messa in campo di tali attività, di almeno 2 anni;
• avvalersi di figure professionali qualificate per il tipo di servizio offerto;
• presenza di idonea assicurazione a copertura del servizio proposto;
• presentazione di un piano dell’offerta delle attività;
• elenco delle strutture e degli spazi utilizzati e frequenza di utilizzo;
• dichiarazione rispondenza impianti e CPI locali utilizzati per lo svolgimento dell’attività.
Il possesso di tali requisiti dovrò essere dichiarata su apposto modulo di autocertificazione ai sensi dell’art. 47, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, cosi come da modulo da compilare allegato al presente bando alla lettera “B”.
La carenza di uno dei requisiti richiesti dal presente avviso, che potrà essere verificata in qualsiasi momento dell’Amministrazione, determina l’esclusione dal procedimento.
Articolo 4 - Esiti della partecipazione e comunicazione
Come già specificato, le schede e i documenti allegati dovranno pervenite entro le ore 13:00 del 29 maggio 2017 secondo le modalità previste dall’art. 2. Di tutte le adesioni pervenute verrà compiuta verifica di validità e ammissione da una apposita commissione nominata congiuntamente dai settori Qualità della Vita e Per l'Infanzia e per i Giovani dell’Amministrazione comunale al fine di una valutazione del possesso dei criteri di accesso richiesti dall’articolo 3 del presente bando. A tale scopo la commissione si riunirà il giorno 5 giugno 2017.
In data 7 giugno 2017 verrà presentato nel sito del Comune di Alghero l’elenco delle organizzazioni che hanno superato la selezione del bando.
A partire da quel momento le famiglie potranno, accedendo al sito, visionare le proposte delle varie organizzazioni così da poter operare la scelta che meglio si confà alle proprie specifiche esigenze di conciliazione famiglia/lavoro.

Scarica i documenti relativi all'Avviso pubblico attraverso la pubblicazione in Albo Pretorio

Condividi su:

Vai su