Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


null

Home > Progetti > Servizio Civile Nazionale > Servizio Civile Nazionale 2018 - CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale

Servizio Civile Nazionale 2018

 

Servizio Civile Nazionale 2018

Progetto CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale

 

Aggiornamento del 19 dicembre 2018

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione DigitaleDeterminazione n. 3319 del 27/11/2018 - Nomina Commissione interna

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione DigitaleDeterminazione n. 3743 del 18/12/2018 - Approvazione atti commissione - Approvazione graduatoria finale

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione DigitaleGraduatoria finale (pdf) | Graduatoria finale (firmato digitalmente)

 

Aggiornamento del 27 novembre 2018

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione DigitaleCalendario dei colloqui

 

Aggiornamento del 9 ottobre 2018

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale - Elenco Istanze Ricevute

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale - Elenco Ammessi


 

Sono stati pubblicati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i Bandi per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio civile nazionale.

Nella Regione Sardegna, il bando riguarda la selezione di 932 volontari. 2 posti sono riservati ai volontari FAMI, ossia ai giovani titolari di protezione internazionale o di protezione umanitaria richiamati nelle premesse.

Estratto dal bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale

I progetti hanno una durata di dodici mesi con un orario di servizio non inferiore a trenta ore settimanali o a 1400 ore annue.

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia; b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda; c) non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. Qualora si intenda partecipare alla riserva di posti destinata ai giovani FAMI, prevista per alcuni progetti da realizzarsi in Italia, occorre anche essere titolare di protezione internazionale (ossia rivestire lo status di rifugiato o essere titolare di protezione sussidiaria) o di protezione umanitaria; tali condizioni sono attestate dal permesso di soggiorno in formato elettronico rilasciato dalla Questura competente per territorio. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Non possono presentare domanda i giovani che: appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia; abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista; abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi. Non costituiscono cause ostative alla presentazione della domanda di servizio civile: aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari; aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All. I volontari impegnati, nel periodo di vigenza del presente bando, nei progetti per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani possono presentare domanda ma, qualora fossero selezionati come idonei, potranno iniziare il servizio civile solo a condizione che si sia intanto naturalmente conclusa - secondo i tempi previsti e non a causa di interruzione da parte del giovane - l’esperienza di Garanzia Giovani.

Ciascun giovane può presentare una sola domanda di partecipazione al bando e per un solo progetto. La data di avvio in servizio dei volontari è differenziata per i diversi progetti e viene stabilita tenendo conto del termine delle procedure di selezione e di compilazione delle graduatorie da parte di ciascun ente, delle esigenze specifiche del progetto nonché dei tempi necessari al Dipartimento per l’esame delle graduatorie di cui all’articolo 5. L’avvio in servizio dovrà in ogni caso avvenire entro e non oltre il 30 aprile 2019. Il Dipartimento pubblica il calendario generale delle date di avvio in servizio e provvede ad informare ciascun ente della data da cui decorre l’impiego dei volontari affinché gli stessi siano tempestivamente e correttamente informati. Ciascun volontario selezionato sarà chiamato a sottoscrivere con il Dipartimento un contratto che fissa in € 433,80 l’assegno mensile per lo svolgimento del servizio. Le somme spettanti ai volontari sono corrisposte direttamente dal Dipartimento. Qualora il volontario risieda in un comune diverso da quello di realizzazione del progetto ha diritto al rimborso delle spese del viaggio iniziale per il raggiungimento della sede del progetto e del viaggio di rientro nel luogo di residenza al termine del servizio, effettuati con il mezzo di trasporto più economico. Agli assegni attribuiti ai volontari si applicano le disposizioni di cui all’art. 16, comma 3 del decreto legislativo n. 40/2017. Il periodo prestato come volontario di servizio civile è riconosciuto ai fini previdenziali, a domanda, nelle forme e con le modalità previste dall’art. 4, comma 2, del D.L. 29 novembre 2008 n. 185, convertito in Legge 28 gennaio 2009, n. 2. Per i volontari è prevista una assicurazione relativa ai rischi connessi allo svolgimento del servizio stipulata dal Dipartimento, cui si può aggiungere un’assicurazione integrativa attivata dall’ente laddove siano previste particolari attività. Al termine del servizio al volontario verrà rilasciato dal Dipartimento un attestato di espletamento del servizio civile redatto sulla base dei dati forniti dall’ente.

Leggi il Bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale

Leggi il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio nazionale per il Servizio civile contenente i criteri di selezione

Leggi l'Avviso dell’Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale della Regione Autonoma della Sardegna

Leggi l'elenco dei progetti di Servizio Civile Nazionale attivati in Sardegna


Progetto di Servizio Civile Nazionale del Comune di Alghero CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale

Il Comune di Alghero informa che sono stati pubblicati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i Bandi per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio civile nazionale.

Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018. In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 13.00 del 28 settembre 2018, orario di chiusura dell'ufficio Protocollo del Comune di Alghero.

Indirizzo PEC: protocollo@pec.comune.alghero.ss.it

Ufficio Protocollo del Comune di Alghero, via Columbano n. 44 - 07041 Alghero. Aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 - sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00 - martedì e giovedì anche al pomeriggio, dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile, pena l’esclusione.
Possono partecipare alla selezione i ragazzi e le ragazze che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo anno (28 anni e 364 giorni) di età alla data di presentazione della domanda. 
Il servizio civile ha una durata di 12 mesi e al volontario è riconosciuto un assegno mensile di 433,80 euro.

Leggi la scheda del progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale del Comune di Alghero

Scarica il modulo di domanda e gli allegati: 4 - dichiarazione titoli | 5 - informativa sulla privacy 

Il progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale del Comune di Alghero vuole agire in supporto di quei cittadini che, per l’appartenenza generazionale o per altri fattori (titolo di studio, condizione professionale) rappresentano una vera testa d’ariete nell’erosione del digital divide fra le classi sociali e trovandosi a vivere in una situazione di rischio e difficoltà sociale, costituiscono le fasce vulnerabili della società. La partecipazione consapevole delle persone alla vita politica e il loro pieno inserimento nella rete dei diritti e doveri che sono costitutivi dell’essere cittadino, nonché la capacità dei cittadini di organizzarsi in modo multiforme per tutelare i propri diritti, non può che passare attraverso una corretta informazione finalizzata all’esercizio del potere e delle responsabilità che i residenti hanno nei confronti del loro territorio. Obiettivo generale del progetto è quello di promuovere ed educare alla cittadinanza attiva della comunità con l’intento di uscire dai pregiudizi verso le istituzioni ed entrare in un’ottica di cooperazione e integrazione con gli enti ad essa più prossimi per fruire di informazioni specifiche e dettagliate sulle opportunità attive nel tessuto sociale. Gli obiettivi che l’Amministrazione vuole perseguire con il Progetto sono riassumili nei seguenti punti: 1. Includere digitalmente i cittadini che, per motivi culturali, sociali o economici, non accedono ancora al web e alle sue risorse. 2. Promuovere lo sviluppo della “cultura digitale”, come veicolo per la realizzazione delle potenzialità personali e professionali dei cittadini.

I 6 volontari del Servizio Civile (completato il percorso formativo e di conoscenza degli ambienti di lavoro) opereranno in ausilio, con funzione di facilitatore digitale, nel nuovo servizio comunale CIVILSERVICE@. Il personale dipendente dell’Ente che opera nei Servizi tecnologici e informatici contemporaneamente effettueranno la medesima attività e pertanto saranno sempre a disposizione dei volontari che avranno il supporto necessario della struttura comunale. Gli operatori (volontari e dipendenti) verranno impegnati in forma flessibile e articolata in piccoli gruppi di lavoro interscambiabili, per l’attuazione delle attività previste. Tale organizzazione consentirà pertanto ai volontari di operare in autonomia ma con la consapevolezza che verranno accompagnati lungo l’intero percorso. I volontari hanno, in questo modo, la possibilità di arricchire le proprie conoscenze, oltre che sugli aspetti connessi al progetto, per valorizzare il proprio ambito professionale. Le attività previste, da realizzare nell’arco di dodici mesi, costituiscono per l’Ente il punto di partenza per fornire un diverso e ottimale servizio. Questo permetterà di utilizzare al meglio il tempo lavoro del proprio personale e contemporaneamente di ridurre l’attesa dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese, che potranno attraverso un approccio telematico ai servizi comunali avere risposte in tempo reale. Tutte le attività svolte all’interno del progetto, si inseriscono nella traiettoria “Società digitale” in quanto concorrono a: • un esercizio consapevole della cittadinanza digitale. La crescita delle competenze di base tra tutti i cittadini è condizione necessaria per l’e-inclusion • la trasformazione della PA la diffusione di competenze digitali specifiche è una condizione funzionale e necessaria rispetto all’adozione dei nuovi paradigmi di apertura, trasparenza, e efficienza ed efficacia. Contribuiscono inoltre, in maniera trasversale, anche alle traiettorie “Economia digitale” e “Ricerca e innovazione” nella misura in cui concorrono a: • fornire un contributo importante alla competitività del sistema produttivo attraverso l’investimento sulle competenze professionali e di e-leadership • favorire lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione nel Comune di Alghero attraverso lo sviluppo di competenze di eccellenza.

Sede di attuazione del progetto:

Biblioteca comunale, piazza Molo n. 2 Alghero (SS) (non via Sant'Anna n. 38 come indicato nel progetto) 

Referente:

Sara Vulpes | tel. +390799978670 - email s.vulpes@comune.alghero.ss.it

Indirizzo PEC: protocollo@pec.comune.alghero.ss.it

Ufficio Protocollo del Comune di Alghero, via Columbano n. 44 - 07041 Alghero. Aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 - sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00 - martedì e giovedì anche al pomeriggio, dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

Leggi la scheda del progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale del Comune di Alghero

Scarica il modulo di domanda e gli allegati: 4 - dichiarazione titoli | 5 - informativa sulla privacy 

 

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale - Elenco Istanze Ricevute

Progetto di Servizio Civile Nazionale CIVILSERVICE@ - Servizio di Facilitazione Digitale - Elenco Ammessi

 

 

 

Condividi su:

Vai su